Formazione continua il Italia

Formazione continua il Italia

Presentato il XVI rapporto ISFOL

Il Rapporto è stato elaborato dall’ISFOL per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale per le politiche attive, i servizi per il lavoro e la formazione. Benché non siano stati ancora stati raggiunti gli obiettivi comunitari, la crescita delle attività formative è costante: nel 2014 sono stati approvati 31.000 piani formativi – 2.000 in più rispetto al passato – che hanno interessato un bacino potenziale di 1,6 milioni di lavoratori. Le attività si sono concentrate nell’area del Nord Ovest e hanno riguardato in special modo gli aspetti regolatori – ad esempio, quello della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro – e l’aggiornamento delle competenze.

Tra le varie modalità della formazione, quella in aula rimane la più utilizzata. I diciannove fondi interprofessionali attivi, infine, hanno visto aumentare la platea dei potenziali beneficiari tra i quali si nota però la scarsa presenza dei giovani dai venti ai ventiquattro anni.

Write a Reply or Comment